Mostra: «GUY DE MONTLAUR, dai commandos Kieffer alla pittura espressionista»

Il museo della Resistenza presenta una quarantina di dipinti di Guy de Montlaur (1918-1977), artista impegnato nel 1942 nella brigata dei fucilieri marini commandos sotto gli ordini del commandan...

©MRL

Il Museo della Resistenza presenta una quarantina di dipinti di Guy de Montlaur (1918-1977), artista impegnato nel 1942 nella brigata dei fucilieri marini commandos agli ordini del comandante Kieffer. A 25 anni, ha già sette citazioni e la Legion d'onore. Alla Liberazione, ritrova la sua prima passione: la pittura. Il suo periodo cubista va dal 1949 al 1953-1954. Nel 1954, anno di transizione, la sua arte si evolve e si orienta più verso l'espressionismo astratto per giungere all'astrazione lirica che gli permette la trascrizione delle sue emozioni. Se la pittura è per Guy de Montlaur un mezzo per esternare i suoi sentimenti, la poesia e la musica sono sempre presenti e lo accompagnano nelle sue creazioni al punto di influenzare i titoli delle sue opere.
Guy de Montlaur ha esposto soprattutto in Francia, durante la sua vita. Dopo la sua morte, a Los Angeles, New York, Mosca, Ekaterinburg, Perm ecc.
In occasione delle Giornate europee del patrimonio, venite a scoprire questa mostra, nel quadro di una visita libera.

A proposito del luogo

7 rue Neuve-Saint-Etienne, 87000 Limoges
  • Édifice religieux
  • ,
  • Lieu de culture, spectacles, sports et loisirs

Questa istituzione culturale della città di Limoges illustra i valori civili e solidali portati dalla resistenza durante la seconda guerra mondiale. Dedicato a tutti coloro che si sono sacrificati per difendere i valori fondamentali della Repubblica, ha la vocazione di far vivere la memoria offrendo un luogo pedagogico e di diffusione dell'informazione, in particolare per il giovane pubblico. Situato nell'ex convento delle Suore della Provvidenza del XVII e XVIII secolo, nel cuore del quartiere della Città, propone su 1400 m2 un percorso museografico che traccia rigorosamente i fatti storici della Seconda Guerra Mondiale e in particolare la Resistenza, l'occupazione e la deportazione nell'Alta Vienna. Declinato in dieci sequenze, a partire dal 1939, questo percorso dinamico nasce dal programma scientifico elaborato da Olivier Wieviorka, storico di fama nazionale e specialista della Seconda guerra mondiale, Pascal Plas, storico della seconda guerra mondiale nel Centro-Ovest, e Annie Mar

Musée de la Résistance de Limoges ©Ville de Limoges