Rientro scolastico a Cluny: scopri il tuo patrimonio locale!

Durante la visita sensoriale «L'abbazia in tutti i sensi», approfittate di un breve e ludico appuntamento per partire alla scoperta dell'abbazia di Cluny, patrimonio dei Clunisois, con una...

© Centre des monuments nationaux

Durante la visita sensoriale «L'abbazia in tutti i sensi», approfittate di un breve e ludico appuntamento per partire alla scoperta dell'abbazia di Cluny, patrimonio dei Clunisois, con una mediatrice. Attraverso un percorso interattivo, gli studenti mobilitano i loro cinque sensi per proiettarsi nella vita dei monaci.

A proposito del luogo

Palais du Pape Gélase, Place du 11 août 1944, 71250 Cluny
  • Édifice religieux
  • ,
  • Patrimoine européen
  • ,
  • Villes et Pays d'art et d'histoire
  • ,
  • Tourisme et handicap
  • ,
  • Monument historique

L'abbazia di Cluny è stata basata (fondata) in 910 da Guillaume le Pieux, il duca di Aquitaine. Dà i suoi terreni(paesi) di Cluny agli apostoli Pierre e Paul, sottraendo così l'abbazia del potere(potenza) del vescovo e dei Signori laic. Lui sceglie Bernon come primo abate. I monaci devono seguire la regola(dominio) (il governatore(righello)) benedettino. L'abbazia di Cluny ha la possibilità di riformare altri monasteri. Molto velocemente(saldamente), in Europa alla ricerca di ristrutturazione religiosa, l'abbazia diventa un modello e una moltitudine di monasteri hanno luogo la persona a carico su Cluny. Alla fine del secolo XIth, l'abbazia di Cluny è una di capitali più importanti d'Europa cristiana. È a capo di una rete di circa 1400 dipendenze (le costruzioni annesse) e circa 10 000 monaci divisi in Europa intera. L'abate allora pronto(rapido) (in posizione), il Hugues de Semur, decide di fare costruiscono una cattedrale che rappresenterà il potere(la potenza) di dio su terra(terreno) (la terra), ma anche il potere(la potenza) di Cluny. In 1088, comincia il cantiere edile (il lavoro(l'opera)) di "Maior Ecclesia", più grande le volte(i caveau) di chiesa Romanze mai costruite di cui culminano in 30 m. Un secolo più tardi(dopo), il fronte - la navata sarà costruita. Dunque, la cattedrale di Cluny, "Maior Ecclesia" altrimenti Cluny III, sarà la chiesa più grande di Cristianità durante quasi 400 anni. Gli abati famosi succèderont a capo dell'abbazia durante prossimi secoli, come Richelieu o Mazarin ma niente si fermerà (arrestano) il calo progressivo dell'abbazia potente. Comunque(Per quanto), per il 1750, gli edifici(costruzione) conventual (le navi) sono ricostruiti e dotano così l'abbazia di un gran complesso di stile(classe) classico. I monaci avranno appena(quasi) il tempo per occupare posti(luoghi) perché le esplosioni di Rivoluzione poco dopo lavori(opere). I monaci sono allora sfrattati (deportati) e si disperdono nei comuni ambientali, gli edifici(la costruzione) (le navi) sono presi come la proprietà nazionale e messa per vendita. La chiesa enorme è allora comprata da commercianti di materiali che la useranno come carriera sassosa(fredda) (la cava) e smonteranno questo leader (la testa(il capo)) a poco a poco - di lavoro(opera) dell'arte romanica(romanza). Oggi, i vestigi che sono arrivati a noi, il braccio sud(meridionale) del transetto grande altrimenti il piccolo transetto sud(meridionale), ci danno un'idea dell'immensità di quest'edificio(costruzione). Ancora molti elementi si sono estesi fino a noi: la parete di parete circostante (l'oratore(il presidente della Camera dei Comuni)) e i suoi giri(visite) (le votazioni(schede di votazione)), gli edifici(costruzione) conventual (le navi) del secolo XVIIIth, Farinier, costruendo (la nave) del secolo XIIIth, che ripara le capitali (i tendoni da circo) del rondo del coro (il coro) di "Maior Ecclesia" oggi. Il Museo d'arte e il museo d'archeologia presentano vestigi numerosi scolpiti della chiesa e la città di mercato monastica. Un nuovo film(cinema) là in 3 D si apre la visita(soggiorno) dell'abbazia da fabbricazione scoprono la cattedrale restaurata al momento del suo splendore(magnificenza). L'abbazia di Cluny è aperta al pubblico dal Centro dei Monumenti Nazionali.

Abbaye de Cluny © Philippe Berthé, CMN