Spuntino nello spirito di Chomo con vino selvatico

Come ai tempi di Chomo, vi proporremo uno spuntino accompagnato da vino selvatico, per meglio affrontare l'Apocalisse che attraversiamo insieme!

Association des Amis de CHOMO

Come un profeta panteista, Chomo è convinto che la natura custodisca la verità del mondo e che il mondo moderno devozioni questa verità. Molto critico nei confronti del modello occidentale che distrugge la natura e perturba gravemente i grandi equilibri, Chomo chiedeva un ritorno della spiritualità, una forma di povertà in spirito molto evangelico. «Per evolvere bisogna essere molto poveri», sosteneva. Ma anche «evitare di ragionare troppo». L'uomo ha più bisogno di mistero che di pane, aggiungeva questo predicatore selvaggio che concludeva invariabilmente le sue visite guidate nel suo Rifugio, il più bel edificio del villaggio, dove offriva un «battesimo» al Vino selvatico. «Siamo alla fine di un ciclo, alla fine di una civiltà», proclamava Chomo nel suo film girato in 16 mm, Lo sbarco spirituale (1987-1990). «Non andiamo verso l'Apocalisse. Siamo nell'Apocalisse. »

A proposito del luogo

24 rue de Paris Forêt 77760 Achères-la-Forêt
  • Musée, salle d'exposition
  • ,
  • Maison, appartement, atelier de personnes célèbres

Il Villaggio d'Arte Preludiano è il dominio dell'artista Roger Chomeaux detto Chomo (1907-1999), dove ha vissuto e creato da solo, per oltre 40 anni. È costituito dalla propria casa e da tre architetture spontanee: il Rifugio, la Chiesa dei Poveri e il Santuario dei Boschi Bruciati. L'Associazione degli Amici di Chomo è stata creata allo scopo di preservare queste opere inclassificabili e farle scoprire al pubblico.

Come arrivare: Il Villaggio d'Arte Preludiano è accessibile solo in occasione degli eventi organizzati dall'associazione. Il sito è accessibile in auto e bicicletta, nessun parcheggio in loco (privilegiare il carpooling da Acheres la Foret).

Village d'Art Préludien de Chomo Association des Amis de Chomo